Fatturazione elettronica PA

Il programma di fatturazione elettronica PA è fruibile per gli iscritti dal 26/11/2014 sul Punto di Accesso, sezione "FatturaPa"

 

Materiale convegni sulla Fatturazione Elettronica PA:

Convegni

Indicazioni dagli Uffici Giudiziari

Domande Frequenti sulla Fatturazione Elettronica PA:

F.A.Q. Fattura PA

1) Chi è soggetto all’obbligo della fatturazione elettronica?
Qualunque professionista che debba emettere fattura verso un’amministrazione definita dal comma 209 della LEGGE n. 244, 24 dicembre 2007

2) Cosa mi occorre per utilizzare il programma messo a disposizione dall’Ordine degli Avvocati di Torino?
Una “chiavetta” di firma digitale, una casella PEC ed essere iscritto al PdA.

3) Posso utilizzare altri programmi?
Si

4) Dove reperisco il “Codice Univoco Ufficio” delle Amministrazioni a cui devo fatturare?
Chiedendo direttamene all’Amministrazione oppure sul sito www.indicepa.gov.it

5) Che cos’è il “Codice Univoco invio”?
È un codice univoco che contraddistingue ogni fattura generata ed inviata, e come riporta il nome deve essere diverso per ogni fattura inviata al Sistema di Interscambio, il PdA ve ne propone uno, ma nulla vieta di crearsi una propria numerazione.

6) Posso allegare dei documenti alla fattura?
Si.

7) Come devo firmare digitalmente la mia fattura elettronica (file xml)?
In formato cades/p7m. Indicazioni sulla procedura firma di un documento sono reperibili sui siti dei fornitori delle “chiavette” o sul sito www.avvocatitelematici.to.it/formazione.php nelle slide dei corsi Processo Telematico: gli strumenti necessari (PEC e firma digitale).

8) Come posso verificare se la fattura generata è conforme alle specifiche Ministeriali?
Dal sito: http://sdi.fatturapa.gov.it/SdI2FatturaPAWeb/AccediAlServizioAction.do?p...

9) Dove devo inviare la fattura elettronica firmata digitalmente?
Invio della prima fattura:
dalla propria casella PEC inviare la fattura come allegato all’indirizzo PEC sdi01@pec.fatturapa.it .

Successivi invii:
dalla propria casella PEC inviare la fattura come allegato all’indirizzo PEC che ci viene indicato dal SdI.

10) Conservazione
Per la conservazione delle fatture, l'Ordine ha stipulato una convenzione con la società Unimatica (http://www.ordineavvocatitorino.it/servizi-telematici/conservazione).

11) Come posso richiedere assistenza?
- Assistenza sul programma del PdA
, compilare il form presente sul PdA sezione “fattura”. L’assistenza fornita dall’Ordine è un’assistenza tecnica sulle funzionalità del programma e non un’assistenza di merito.

- Assistenza sul Sistema di Interscambio, telefono 800.299.940

http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/fatturazione-elettronica/assistenza-fatturazione

Fatturazione Elettronica per i Fornitori dell'Ordine degli Avvocati

Indicazioni per i Fornitori

Codice Univoco Ufficio” per l’Ordine degli Avvocati di Torino, da indicare obbligatoriamente in ogni fattura, è: UFKRLQ .

Per ogni ulteriore informazione si riamanda ai siti di riferimento:

http://www.fatturapa.gov.it

Scheda Ente sull'Indice delle Pubbliche Amministrazioni

 

SPLIT PAYMENT

Oggetto: Nuova modalità di fatturazione da parte di fornitori (imprese e professionisti) a partire dal 1 luglio 2017 con il meccanismo dello split payment.

A seguito dell’emanazione del D.L. 50/2017 viene esteso a far tempo dal 1 luglio 2017 il meccanismo dello split payment a tutte le operazioni effettuate nei confronti delle Amministrazioni Pubbliche inserite nel conto consolidato pubblicato annualmente dall’ISTAT tra cui si annoverano gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali nonché il Consiglio degli Avvocati di Torino.
Le fatture emesse nei confronti del nostro Consiglio, indipendentemente se relative a cessioni di beni e/o prestazioni di servizi rese nei confronti dello stesso per attività istituzionale o di natura commerciale (Organismo di Mediazione) dovranno essere emesse con l’indicazionescissione dei pagamenti” di cui all’art. 17 ter DPR 633/1972. Conseguentemente l’iva non sarà più pagata al fornitore ma versata direttamente all’erario da parte del Consiglio dell’Ordine.
Tale D.L ha altresì esteso l’obbligo di fatturare con l’indicazione “scissione dei pagamenti” di cui all’art. 17 ter DPR 633/1972 anche ai liberi professionisti e lavoratori autonomi precedentemente esonerati.
Con la presente il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino attesta che lo stesso è riconducibile ai sensi dell’art. 17 ter del DPR 633/1972 tra i soggetti rientranti nel meccanismo dello split payment.

 

 

Sito di riferimento per la fattura elettronica: http://www.fatturapa.gov.it

 

Guida Fiscale e previdenziale del Giovane Avvocato