Motivazione del conferimento all’avv. Fulvio Croce della Medaglia d’oro al valor civile:

<<Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e Procuratori di Torino, si distingueva, nell’assolvimento dell’incarico, per il profondo impegno, l’appassionata dedizione e l’alto senso morale. In un momento particolarmente delicato per l’integrità delle istituzioni repubblicane, noncurante delle minacce di morte ricevute, procedeva egualmente, onde non rallentare il corso di un processo, alla nomina dei legali d’ufficio per gli appartenenti ad una pericolosa organizzazione eversiva, dimostrando grande coraggio e assoluta fiducia nella forza della legge. Cadeva vittima di un vile attentato, sacrificando la vita in difesa dello Stato democratico.
Torino, 28 aprile 1977.>>

5 dicembre 1977

 

Procura Generale della Repubblica di Torino: ulteriori disposizioni operative per il periodo 1 febbraio - 31 marzo 2021 e nuove modalità di autocertificazione ingressi Avvocati COA Torino e disposizioni per i Praticanti

Printer Friendly, PDF & Email

Cari Colleghi,

Vi comunico che il Consiglio dell’Ordine ha raggiunto un’intesa con  i Capi degli Uffici Giudiziari per rendere logisticamente più comodo l’accesso al Palazzo di Giustizia Bruno Caccia agli avvocati e ai  praticanti avvocati.

            Vi allego le disposizioni del Sig. Procuratore Generale presso la Corte di Appello dott. F.M. Saluzzo.

Il Collega, fino ad oggi chiamato alla sottoscrizione dell’autocertificazione il cui deposito, ritenuto necessario dai medici competenti degli uffici giudiziari, poteva creare con l’aumento del lavoro giudiziario problematiche di assembramento,  è ora chiamato a passare il proprio tesserino nei lettori messi a disposizione del Consiglio e situati all’ingresso di entrambi gli accessi pedonali di Corso Vittorio Emanuele II e Corso Ferrucci per le ore 8,30.

            Quindi auspichiamo che, così facendo, gli ingressi saranno più agili, ma altrettanto responsabili.

Il passaggio del tesserino negli appositi dispositivi deve intendersi quale comportamento concludente dell’autocertificazione dell’inesistenza delle seguenti condizioni sanitarie ostative all’ingresso nel palazzo:

  • essere stato o non essere venuto a conoscenza di essere stato in contatto stretto con una persona affetta da COVID-19;
  • aver ricevuto comunicazione da parte delle autorità competenti in merito ad un contatto stretto con una persona contagiata da COVID-19;
  • essere attualmente in quarantena o in isolamento domiciliare fiduciario e, per quanto di propria conoscenza, di non essere positivo al Covid-19/Sars-Cov-2 pur in assenza di sintomi;
  •  avere attualmente, e di non aver avuto negli ultimi 15 giorni, uno dei seguenti sintomi:
    • temperatura oltre 37.5°
    • tosse secca
    • sensazione di fame d’aria, associate a anosmia e/o disgeusia (perdita totale dell’olfatto) e/o (indebolimento del gusto).

 

Inutile sottolineare la precisa responsabilità personale  che ci assumiamo nel momento in cui autodichiariamo con un comportamento concludente ciò che prima sottoscrivevamo, di fatto assumendoci la responsabilità anche deontologica di affermare il vero in ordine alla inesistenza di ragioni sanitarie ostative all’ingresso.

I lettori saranno attivi fino alle ore 13,30 di ogni giorno, quando un incaricato del Consiglio li ritirerà per inviare giornalmente i file registranti gli accessi agli uffici competenti della Procura Generale, analogamente a quanto fino ad oggi è avvenuto con l’invio delle autocertificazioni cartacee.

            Dopo le ore 13,30 occorrerà presentare l’autocertificazione cartacea.

I dati personali relativi al tracciamento degli ingressi verranno trattati nel rispetto della  disciplina ex Reg. UE n. 2016/679  e conservati dagli uffici competenti  - Procura Generale e COA - per il periodo di tempo strettamente necessario ai fini del monitoraggio epidemiologico. Il passaggio del tesserino equivale a manifestazione del consenso al trattamento del dato anche a questo fine.

Si invitano tutti coloro che non possiedono il tesserino a farne richiesta all’ufficio competente del Consiglio portando una fotografia formato tessera; purtroppo non è possibile inviare la richiesta e la fotografia via mail perché la fotografia non è riproducibile nel formato e nella qualità necessari.

Per coloro che ne siano privi o per coloro che entrano dopo le 13,30,  sarà necessario procedere alla compilazione del modulo cartaceo di autocertificazione tuttora in uso.

            Il Consiglio dell’Ordine

 

 

Procura Generale della Repubblica di Torino: ulteriori disposizioni operative per il periodo 1 febbraio - 31 marzo 2021 e nuove modalità di autocertificazione ingressi Avvocati COA Torino e disposizioni per i Praticanti